ME, Stef

Ho cercato a lungo quale fosse il miglior modo per esprimere la mia creatività e, a distanza di un anno e mezzo dalla chiusura della mia bottega di abiti e cose belle Lo Specchio di Bridget, ho capito che erano troppe le cose che volevo raccontare, per star chiusa in quattro mura.

A seguito di un lungo processo di auto legittimazione con consecutivo tuffo carpiato in avanti verso un mondo a me {quasi} sconosciuto, ho fatto pace con il mio lato creativo, dando alla luce A Matter of ASPect.

Ho un innato talento nel dare nomi giusti a cose/progetti/idee e adoro sperimentare abbinamenti bizzarri, sia in cucina, che nell’armadio, che con le persone.

Nutro un profondo amore per l’autenticità e per i “pezzi unici”.
Da sempre sono una grande fan, sostenitrice e praticante del “fatto a mano, con anima e cuore”.

Posso organizzare un viaggio fichissimo dall’altra parte del mondo nel giro di mezz’ora, basta che tu mi dica: VAI!

Uno dei miei desideri più grandi è quello un giorno di poter andare a trovare la mia amata Inghilterra ogni volta che mi va.
Nell’attesa che questo accada, vivo nella VerdeBrianza, volutamente lontano dal caos Milanese, in una piccola casina colorata, costruita con molto amore, insieme ai miei partners in crime: “A” e “P”, entrambi molto pelosi: uno ha due zampe, l’altro ne ha quattro.

Orgogliosamente BILANCINA, è dall’età di zero secondi che passo il mio tempo alla ricerca del giusto EQUILIBRIO e credo fortemente che la BELLEZZA DEL VERO salverà il mondo.
Qualche anno fa ho preso con me stessa un grossissimo impegno, QUELLO DI NON LASCIARMI MAI PIù!

Questo è {quasi} tutto e ti saluto con una bella citazione, di quelle che a me piacciono tanto

“TRA AVERE RAGIONE ED ESSERE GENTILE, SCEGLI DI ESSERE GENTILE” ***

 

***tratto da “Wander”