COOK,  Poetic Licence

Baba Ganoush Mon Amour

Trovo che condividere il cibo sia una delle sensazioni più appaganti che si possano provare.

Una delle cose che amo più in assoluto, è mangiare con le mani, specialmente quando tutti i commensali prendono il cibo servendosi con pezzi di pane, attingendo dallo stesso piatto posizionato al centro della tavola.

Ho imparato a praticare questo rito durante i miei viaggi in Medio Oriente, quando lavoravo per una multinazionale Americana.

Spesso mi recavo a Dubai e dopo interminabili giornate di fiera e incontri con clienti esigentissimi, con la squadra degli agenti locali ci riunivamo per rilassarci, chiacchierare e mangiare in ristorantini tipici che solo gli autoctoni possono conoscere.

Ecco, in Italia è davvero difficile che questo rituale venga capito ad apprezzato.

L’ho proposto un sacco di volte e dopo millemila “MA NOOOO, CON LE MANI???”, ho mollato il colpo.

MA CI RIPROVO ADESSO, nella speranza che qualche anima curiosa di provare emozioni nuove, si lanci in questo viaggio sensoriale!

{Ricordo che una volta sono uscita a cena con un ragazzo che ALLA PRIMA USCITA mi ha portata in un ristorante fichissimo e, una volta arrivata la sua insalata, l’ha condita e si è messo a mangiarla con le mani… 
Giuro, ho adorato questo suo gesto e sono andata fuori di testa, tanto che per un momento avevo addirittura fantasticato sull’immagine di noi due a scambiarci promesse d’amore eterno! Ecco, di fatto, la scintilla poi non è scattata, ma adesso siamo grandissimi amici!}

Ma, tornando a noi…

Il BABA GANOUSH è una delle tipiche salse Mediorientali e viene servito all’inizio del pasto insieme ad una vasta gamma di salse preparate con ortaggi e legumi di ogni specie in un grande piatto, posizionato al centro della tavola, insieme a pagnottelle arabe che vengono spezzate “a mano” e fungono da congiunzione tra la pietanza e la bocca.

Se volessimo fare un paragone con la tradizione Europea, potremmo serenamente parlare di Antipasto.

Ho assaggiato almeno dieci tipi diversi di queste deliziose salsine, ma il Baba Ganoush è senza dubbio il mio preferito e trovo sia perfetto da servire insieme ad una bella birretta fresca, in terrazzino, con i primi raggi di sole primaverili…
Ma come si fa questo Babaganoush? Ve lo dico subito, e vi anticipo che vi proporrò una mia versione, alla quale aggiungo le zucchine.
{E’ nata per caso. Un giorno di rientro da un mini viaggio Londra avevo una pazza voglia di mangiarla, ho iniziato a prepararla, e siccome avevo delle zucchine “da far fuori” in frigo, le aggiunte: ottimo azzardo!}

Una cosa prima di passare alla parte tecnica, un invito solenne 🙂

PER UN MOMENTO DIMENTICATEVI DELLE POSATE E PROVATE A CONDIVIDERE IL VOSTRO CIBO CON LE PERSONE CHE AMATE ATTINGENDO TUTTI DALLO STESSO PIATTO AIUTANDOVI COL PANE…
{A PATTO CHE PRIMA VI LAVIATE BENE LE MANI!!!}

INGREDIENTI

Ove possibile, le mie ricette non presentano quantitativi “nazi” ma dosi indicative.
Ove possibile, mi piace far regnare la libertà

2 Melanzane di media grandezza
2 Zucchine tonde o classiche
1 Limone grande
4 Cucchiai di Salsa Tahina o 6 chucchiai di Gomasio
1 o 2 Spicchi d’aglio (dipende quanto forte vogliate sentirne il sapore)

Q.B.:
Olio EVO
Menta fresca
Pepe Nero
Sale (da aggiungere nel caso in cui la sapidità del gomasio non fosse sufficiente per il vostro gusto)

PROCEDIMENTO

  • Accendete il forno STATICO a 180°
  • Ricoprite una teglia con carta da forno
  • Lavate le melanzane, tagliatele in due parti (per il lungo) e adagiatele dalla parte della polpa sulla teglia
    • Lasciatele cuocere per un’ora e mezza poi, una volta tolte dal forno, fatele raffreddare
  • Lavate le zucchine e fatele bollire in acqua salata fino a che risultino ben morbide
    • Estraetele e fatele raffreddare

***Se volete preparare la Salsa Tahina in casa, seguite il prossimo passaggio, altrimenti potete usarne una già pronta (in commercio ce ne sono di buonissime)***

  • Mentre le melanzane e le zucchine si stanno cuocendo, è il momento di preparare la Salsa Tahina: tostate per pochi minuti il gomasio (prestando attenzione a non bruciarlo) e, una volta raffreddato, frullatelo nel mixer insieme all’olio d’oliva – vi consiglio di aggiungerne poco alla volta e di fermarvi una volta raggiunta una consistenza cremosa
  • Riprendete le melanzane ormai a temperatura ambiente, scavate la polpa con cucchiaio e ponetela in una ciotola: schiacciciatela con i rebbi di una forchetta
  • Fate la stessa cosa con le zucchine
  • Aggiungete la salsa tahina, il succo di limone, l’aglio spremeuto, il pepe e una bella dose di foglioline di menta tritate {la Menta è la nota caratterizzante di questa salsa}
  • Amalgamate il tutto con amore et voilà, il vostro Baba ganoush è pronto!

SERVITE CON BELLEZZA, BUONA MUSICA E SORRISI ♫ 🙂

6 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *